Open Medicine Foundation®
Leading research. Delivering hope.
ME/CFS and related chronic complex diseases

Vi presentiamo Laurel Crosby, PhD, membro del Team dell’SGTC

Translations: nlNederlands enEnglish frFrançais noNorsk bokmål pt-brPortuguês esEspañol svSvenska

In questo Mercoledì della Scienza della OMF (#OMFScienceWednesday) siamo lieti di presentarvi Laurel Crosby, PhD, che è stata il primo membro dello Stanford Genome Technology Center (SGTC) a unirsi al dott. Ron Davis nella sua ricerca per capire la base molecolare della ME/CFS. Laurel ha condiviso la sua storia con la OMF.

Laurel Crosby, PhD, member of the SGTC Team

“Mi chiamo Laurel Crosby, Ph.D, e sono una Associata di Ricerca in Ingegneria allo Stanford Genome Technology Center. Il mio background è in biologia, ecologia microbica, ingegneria ambientale, e sviluppo di tecnologia diagnostica molecolare.

Ho aiutato Ron Davis a costruire i componenti di laboratorio del Centro di Ricerca sulla CFS a Stanford, e il mio titolo ufficiale è Direttrice dell’Innovazione. Passo metà del mio tempo a pensare da scienziata, alla ricerca di indizi, a rovistare in cerca di nuove tecnologie, e a identificare modi per migliorare la qualità della vita per i pazienti e le loro famiglie.  

Sono focalizzata sulla reciproca interazione fra genetica e ambiente, soprattutto su nutrizione, il microbioma, ed esposizione ambientale.  La mia formazione in ingegneria mi dà la capacità di guardare alla salute come a un sistema di interazioni, e mi focalizzo sulla metabolomica e sulla genetica come parte della componente Multi-Omica del nostro programma di ricerca.

Al momento sto anche lavorando su strategie per valutare l’esposizione a metalli pesanti, e più precisamente su modi per misurare tracce di metalli essenziali nelle cellule e nei tessuti.

Il resto del mio tempo lo dedico a fare “l’aggiustatrice”. Mi assicuro che le cosa procedano in modo liscio e senza intoppi, e sostengo il resto del team di ricerca sulla ME/CFS allo SGTC.

Per esempio, quando eravamo affamati di campioni di pazienti, ho scritto alla IRB (Independent Review Board – Commissione di Revisione Indipendente) e ho organizzato i servizi di flebotomia. Quando ho scoperto una nuova promettente tecnologia, ho negoziato con le compagnie per fornire dimostrazioni dell’attrezzatura e un prezzo favorevole.

Proprio ora, sto lavorando per fornire a medici e pazienti l’accesso ai nostri servizi e strumenti di medicina di precisione. Cerco sempre di trovare un modo per far funzionare le cose e renderle meno costose. 

Nel 2012, Ron ed io eravamo le sole persone allo Stanford Genome Technology Center interessate a studiare la ME/CFS, e ora siamo un movimentato centro con più di una dozzina di ricercatori, diversi entusiasmanti progetti, e molte collaborazioni domestiche e internazionali”.

Grazie, Laurel, per il tuo incrollabile e coraggioso impegno di lunga data nel nostro obiettivo di aiutare i pazienti a tornare pienamente alla propria vita. #EndMECFS

Potete trovare questo pezzo anche sul nostro sito web: http://bit.ly/2vIAG7D

La OMF ringrazia Giada Da Ros per  la traduzione.